SINDACO LATINA RITIRA PATROCINIO AL GAY PRIDE

Cari amici, buona domenica. Dopo la regione Lazio di Rocca, anche il comune di Latina della Celentano prima concede e poi ritira a furor di popolo il proprio patrocinio al gay pride.  Meglio tardi che mai, per carità. È che, così facendo, rischiamo di sembrare una brutta copia dei sinistrati, oltretutto in ritardo di dieci […]

Luglio 2, 2023

Cari amici, buona domenica. Dopo la regione Lazio di Rocca, anche il comune di Latina della Celentano prima concede e poi ritira a furor di popolo il proprio patrocinio al gay pride.  Meglio tardi che mai, per carità. È che, così facendo, rischiamo di sembrare una brutta copia dei sinistrati, oltretutto in ritardo di dieci anni. Non ci voleva molto a leggere il manifesto politico del pride e scoprire le sue rivendicazioni contrarie alla legge e al buon senso, dall’utero in affitto alle carriere alias per legittimare il cambiamento di sesso dei minorenni. Il vero problema, come abbiamo già scritto, è l’imbarazzante inferiorità culturale di alcuni esponenti del centrodestra, che pensano di incrementare il proprio consenso inseguendo le sciocchezze ideologiche della sinistra. È vero esattamente il contrario. Gli elettori, dotati di buon senso, stanno abbandonando in massa la sinistra della Schlein, che ha sostituito le battaglie in difesa delle classi più deboli, sostituendole con i pretesi diritti di minoranze ricche e viziate. Ecco perchè i conservatori dovrebbero fare i conservatori, lasciando cuocere i cosiddetti progressisti nel loro brodo arcobaleno. Lo stesso ragionamento vale per la deriva eutanasica del Veneto di Luca Zaia. Al contrario della sinistra ormai ondivaga e priva di riferimenti valoriali, il centrodestra dovrebbe far quadrato difendendo la vita umana, la famiglia, i diritti dei bambini, i valori della nostra tradizione cristiana. Ogni tradimento a questa linea non potrà che portare ad una perdita di coerenza, di credibilità e dunque di consenso. Chesterton scriveva che ” il compito dei Progressisti è di continuare a fare errori. Il compito dei Conservatori è di impedire che gli errori vengano corretti”. Proviamo a dimostrare che almeno qualche volta si sbagliava…

Simone Pillon

Ti potrebbe interessare..

SCHWA A BOLOGNA. GIÙ LE MANI DALLA LINGUA ITALIANA

SCHWA A BOLOGNA. GIÙ LE MANI DALLA LINGUA ITALIANA

In un impeto di ideologismo il conservatorio di Bologna adotta la schwa per le valutazioni di fine anno, con tanto di approvazione pubblica da parte di Michela Murgia Terenzi.A parte che secondo la legge gli atti ufficiali della pubblica amministrazione devono essere...

leggi tutto
BASTA CON LA NEOLINGUA GENDER

BASTA CON LA NEOLINGUA GENDER

Dopo Torino, anche l'ateneo veronese sembra avere come priorità quella di adottare la neolingua gender, cancellando il "maschile universale neutro" giudicato "sessista e violento".Ma possibile che non ci sia niente di meglio da fare che scimmiottare la deriva...

leggi tutto
SIAMO STATI CONCEPITI NELLA LUCE

SIAMO STATI CONCEPITI NELLA LUCE

Ognuno di noi è nato nella luce!E non è un modo di dire.Sapevate che nell'istante del concepimento si sprigionano lampi luminosi?Gli scienziati della Northwestern University di Chicago hanno filmato per la prima volta quello che accade nel momento in cui inizia una...

leggi tutto