No ministro. Non ci siamo.

Ammettere oggi la stepchild significa contraddire la nostra storia e soprattutto vanificare la norma sul reato universale.

Giugno 24, 2023

No ministro. Non ci siamo.
Nel 2016 siamo andati in piazza con il Family Day per FERMARE sia le unioni civili sia la stepchild adoption, e con la seconda ci siamo riusciti, tanto che la norma fu stralciata.
Ammettere oggi la stepchild significa contraddire la nostra storia e soprattutto vanificare la norma sul reato universale.

Come si potrebbe infatti vietare da una parte e riconoscere dall’altra?
La strada corretta è

1.ribadire il diritto dei bambini a mamma e papà, se del caso anche scrivendolo nella legge o nella costituzione.
2. vietare ogni riconoscimento dei figli comprati.

Usi l’utero in affitto o il traffico di gameti? Non puoi essere un buon genitore.
Quei bambini hanno diritto a mamma e papà, non a mamma e stepmamma o papà e stepadre!

Simone Pillon

Ti potrebbe interessare..

SCHWA A BOLOGNA. GIÙ LE MANI DALLA LINGUA ITALIANA

SCHWA A BOLOGNA. GIÙ LE MANI DALLA LINGUA ITALIANA

In un impeto di ideologismo il conservatorio di Bologna adotta la schwa per le valutazioni di fine anno, con tanto di approvazione pubblica da parte di Michela Murgia Terenzi.A parte che secondo la legge gli atti ufficiali della pubblica amministrazione devono essere...

leggi tutto
BASTA CON LA NEOLINGUA GENDER

BASTA CON LA NEOLINGUA GENDER

Dopo Torino, anche l'ateneo veronese sembra avere come priorità quella di adottare la neolingua gender, cancellando il "maschile universale neutro" giudicato "sessista e violento".Ma possibile che non ci sia niente di meglio da fare che scimmiottare la deriva...

leggi tutto